.
Annunci online

centopassi
the house of the rising sun
 
 
 
 
           
       

Un evento imprevisto può cambiare radicalmente la visione del mondo e delle passate esperienze, se in fondo al cuore si è sempre saputo che nulla è affidato al caso.

Dopo non ci rimane che spendere bene il tempo che ci è stato concesso, facendo del proprio meglio ricordando il passato, guardando al futuro ma vivendo nel presente.

Vivere sapendo che l'oscurità deve finire, che sorgerà un nuovo giorno con il sole ancora più luminoso...
Le persone delle grandi storie hanno molte occasioni per tornare indietro, ma non lo fanno mai, perchè loro sono aggrappate a qualcosa.
Noi a cosa siamo aggrappati?
C'è del buono in questo mondo, è giusto combattere per questo, per la bellezza della vita, come fosse l'ultima prima dell'eternità.



Capire che ognuno di noi sarà salvato, capire che ogni istante che viviamo non andrà perduto nel nulla, capire che siamo ombre vaganti in un mondo di sole...

Cerco l'inifinito, desidero l'infinito, pretendo l'infinito, in questa vita o nell'altra.



Sono stanco di vedere un multicolore blog di fantasia.

contattatemi qui:

solo messenger: tyler885@hotmail.com




l'italiano non mi basta.


 Locations of visitors to this page

 
21 febbraio 2005

vedimi

Mi piace la frase di Matrix... che diceva più o meno...


"Io non so come finirà, ma so come è cominciato..."


L'ho usata tante volte, perchè spesso non facciamo caso a un cazzo di quello che ci succede, ci facciamo un sacco di problemi sul futuro e non ci rendiamo conto di ciò che abbiamo cominciato, e soprattutto di come lo abbiamo cominciato...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E alla fine io dico... dai, stiamo calmi, un momento, non è facile lo so... c'è sempre qualche casino, è normale...


Che cosa è stato facile (e ti ha reso felice)? e per quanto tempo?


O Brad Pitt che in Fight Club dice "è solo quando abbiamo perso tutto che siamo pronti a fare qualsiasi cosa..." io direi "è quando abbiamo perso tutto che vediamo chiaramente che cosa conta davvero." è conosciuta, si dice spesso, ma viverla è ben diverso...


Ho fatto caso che nei film (quelli che mi piacciono) non dicono cose a caso... ci emozionano perchè sfiorano verità della nostra vita, cose in cui ci riconosciamo in qualche modo. Unite alla bravura degli attori e alle musiche evocanti abbiamo emozioni servite su un piatto d'argento.


(Rilassati.)


 


 


 


 


 


 


 


 


 Vi mostrerò questo soggetto sotto un altra luce prossimamente.




permalink | inviato da il 21/2/2005 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

5 novembre 2004

la casa dei mille corpi

volete vedere.....

 

volete vedere il film più brutto che IO abbia mai visto? ma veramente il più BRUTTO, MALATO OSCENO FILM che IO abbia mai visto?

quando sarò sul letto di morte mi pentirò per sempre di 88 minuti in cui ho respirato persi a vedere quel film.

ma se non l'avete visto non potete capire. forse qualcuno ve lo aveva già detto: credetegli!

 




permalink | inviato da il 5/11/2004 alle 2:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

7 ottobre 2004

Nirvana

anni fa mi chiedevo che cosa pubblicizzava questa immagine. poi me ne sono dimenticato, e stasera ho visto questo film, ho capito.







 




 




 




 




 




 




 




 

Vi è un posto dove non c'è terra, acqua, fuoco o aria, né condivisione di spazio infinito, né questo mondo, né un altro mondo, né entrambi, né il sole o la luna. Là non si va né si viene, non si resta, non si muore né si nasce. Non è qualcosa di fisso, non si muove, non è fondato su nulla. Si chiama Nirvana. Esso, in vero, è la fine del dolore.




non credevo che un film del 97 perdipiù italiano di fantascienza potesse esistere, e mi ha anche coinvolto, arrivi alla fine che vorresti davvero entrare nel computer o parlarci. Ovviamente questo è quello che succede a me, perchè mi faccio sempre coinvolgere dai film. ah! a proposito, siamo alle solite: un futuro dove non c'è più storia e tutto è confuso nella perversione più totale...chissà perchè se lo immaginano sempre così (per non parlare di quello governato dalle macchine)




a forza di vedere film ed usare il pc comincio a crederci davvero che un giorno possano inventare un'intelligenza artificiale... e sono certo di non essere l'unico.




permalink | inviato da il 7/10/2004 alle 23:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

28 settembre 2004

scherzavo!

no, in realtà avevo solo bisogno di vedere un film, e si riconferma ancora una volta la mia dipendenza da film. (una tra le tante..) io HO BISOGNO dei registi! ho bisogno di farmi coinvolgere da una storia, per uscirne che cammino avanti e indietro nella mia stanza (e dopo certi film lo faccio davvero se non mi vede nessuno) con discorsi da fare e progetti da realizzare... e pensieri da scrivere. ho visto BLOW, (inchino a Johnny Depp), con regista Ted Demme (sconosciuto). ma è troppo, troppo... vedi all'inizio, ridi, lui è uno che insegue qualcosa, cerca qualcosa, e si è proposto fin da bambino di non essere mai povero, mai come suo padre. la strada è una, la solita, spaccio= soldi, feste, auto, ville, amici simpatici... non starò qui a raccontarvi tutto, ma la scena in cui la bambina lo guarda, che dura cinque secondi, lei lo guarda e sembra chiedergli: "è questo che hai preparato per me?" e lo guarda mentre la portano via... e lui la vede e capisce di avere fallito, capisce che è colpa sua, capisce tutto questo grazie alla bambina. e la bambina rimane la sua unica ragione di vita, perchè come in molte storie vere lui rimane solo, solo, solo. devo riguardare "prova a prendermi" non puoi non dispiacerti per lui, anche se pensi a tutti quei poveretti che cercano lo sballo e lo ottengono grazie a lui. non puoi non dispiacerti perchè il regista è stato bravo a rendere la realtà com'è davvero: tutti noi cerchiamo qualcosa, ed ognuno trova le sue risposte, la sua è una risposta sbagliata, ma si può dire che l'ha cercata davvero, e ti dispiace del suo errore. paragonato a quei "cattivoni" nei film di seconda scelta, dove tutto sono tranne che uomini, questo è uno di quei "cattivi" per cui provi compassione. a me piace vedere le persone non per le risposte che trovano, ma per le domande a cui cercano risposta, per la baldanza con cui le cercano, e noto che i migliori sono quelli che cercano con più tenacia, che non si rassegnano. rischio di cadere nel banale, perciò mi fermo qui.




permalink | inviato da il 28/9/2004 alle 1:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



DeviantArt
artista preferito
altrogenio
il sito definitivo, si parte da qui
artista preferita
paesaggista


libertà
questa cazzo di verità!
passioni...
you're welcome
respirate con me
ascoltare ojos de cielo
Amicizia
fine di un sogno
inizio di un nuovo sogno
musica e video 1
musica e video 100's life


cuba come non la vedete sui giornali


ALCUNI BLOGS:
ilclown
Akeronte
ally
leo
Yogurtalimone
WATERGATE
scomunicando



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre