.
Annunci online

centopassi
the house of the rising sun
 
 
 
 
           
       

Un evento imprevisto può cambiare radicalmente la visione del mondo e delle passate esperienze, se in fondo al cuore si è sempre saputo che nulla è affidato al caso.

Dopo non ci rimane che spendere bene il tempo che ci è stato concesso, facendo del proprio meglio ricordando il passato, guardando al futuro ma vivendo nel presente.

Vivere sapendo che l'oscurità deve finire, che sorgerà un nuovo giorno con il sole ancora più luminoso...
Le persone delle grandi storie hanno molte occasioni per tornare indietro, ma non lo fanno mai, perchè loro sono aggrappate a qualcosa.
Noi a cosa siamo aggrappati?
C'è del buono in questo mondo, è giusto combattere per questo, per la bellezza della vita, come fosse l'ultima prima dell'eternità.



Capire che ognuno di noi sarà salvato, capire che ogni istante che viviamo non andrà perduto nel nulla, capire che siamo ombre vaganti in un mondo di sole...

Cerco l'inifinito, desidero l'infinito, pretendo l'infinito, in questa vita o nell'altra.



Sono stanco di vedere un multicolore blog di fantasia.

contattatemi qui:

solo messenger: tyler885@hotmail.com




l'italiano non mi basta.


 Locations of visitors to this page

 
28 maggio 2005

relativismo cannibale

Leggendo tempi (ve lo consiglio ogni giovedì in edicola) oggi ho letto un articolo in cui parlando del relativismo: si ricorda il caso del cannibale che in internet ha trovato un uomo disposto a farsi mangiare liberamente.

Secondo la legge del relativismo, in cui la volontà dei soggetti è l'unica che conta su tutto, non c'è nessun reato. Ognuno è libero di scegliere giusto? io mi faccio mangiare e lui mi mangia, semplice no?

Il problema è che (come in questo caso) uno non sa bene cosa farsene della sua libertà...

Così ci troviamo di fronte a chi vuole riconoscere le coppie di fatto e chi vuole divorziare dopo tre mesi, chi vuole abortire e chi vuole tenere nel grembo il figlio di due sconosciuti, chi condanna gli esperimenti sugli ebrei e chi vuole fare esperimenti su bambini nella fase iniziale dello sviluppo ("per la ricerca" dicono...)... chi adotta bambini filippini (Raimondo e Sandra) e chi paragona i bambini alle scimmie (Veronesi) Chi vuole fare la diagnosi pre-impianto per scegliersi il figlio che più gli piace (occhio perchè l'autismo non è diagnosticabile) mentre uno dei pianisti jazz più famosi era un nano deforme, il padre dei buchi neri sapete tutti in che condizioni sta...

Mah... sapete che vi dico? si dice "meglio soli che male accompagnati", ma come qualcun'altro ha già detto: "un uomo solo è sempre male accompagnato!"




permalink | inviato da il 28/5/2005 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa

27 maggio 2005

le buone notizie?

Perchè non possiamo avere le buone notizie? perchè dobbiamo per forza subirci le tragedie famigliari e renderci conto che la gente non sa più che cosa significhi la vita? è utile? ci fa crescere?




permalink | inviato da il 27/5/2005 alle 12:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

20 maggio 2005

alcune domande...

Spagna, in seguito alla recente legge che permette l'adozione di bambini da parte di coppie omosessuali mi sono sorte alcune domande che vi esporrò sotto forma di test:

1.Un ragazzo che vorrebbe sposare una ragazza cresciuta da due donne,
a) Deve affrontare due suocere?
b) Deve affrontare due suocere lesbiche?
c) Non deve affrontare nessuno perchè la figlia ha lasciato casa da tempo?
d) Altro...

2.questo ragazzo è:
a)sfortunato e audace
b)conosce molto bene il mondo femminile e quindi non avrà problemi a cenare con due madri e una figlia (tra dieci anni uscirà una nuova versione del film "ti presento i miei" e si intitolerà "ti presento le mie")
c)una ragazza, ovviamente lesbica
d)Altro...


ci avete pensato? pensateci... (lascio stare le problematiche psicologiche legate alla mancanza di una figura paterna o materna perchè se ne è parlato già abbastanza)

poi una cosa: abbassare il tempo minimo di un matrimonio prima del divorzio da un anno a tre mesi a cosa è servito? ma voi non chiedereste a qualcuno che si sposa per lasciarsi entro l'anno: ma a cosa pensavi prima di sposarti? (perchè se la legge è cambiata significa che sono in parecchi ad averlo voluto)

poi l'altra legge: "condivisione dei mestieri domestici"... io ho sempre aiutato in casa quando c'era bisogno, i miei genitori me l'hanno insegnato... a voi no?


bah... riflettete gente, riflettete... (bambini viziati crescono, e come diceva mia nonna... vedi ultimo post)




permalink | inviato da il 20/5/2005 alle 23:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa

10 maggio 2005

ehi ehi ehi!

Scusate l'assenza, sono stato qualche giorno a caspoggio in montagna (hotel kennedy: bruttissimi i bagni) con alcuni amici di psicologia e scienze della formazione a studiare!

Volevo proporvi una riflessione riguardo ad un ragionamento che si sente fare molto spesso di questi ultimi tempi:

Il ragionamento è questo: "Io non farei mai certe cose, ma se qualcuno si sente di farlo glielo lascio fare liberamente, perchè io sono uno aperto mentalmente, io non voglio imporre la mia volontà a nessuno, basta che non leda la libertà degli altri."

Apparentemente questo è il pensiero di qualcuno che ci vuole bene, che ci tiene alla nostra indipendenza e gli sta a cuore lasciare che ognuno abbia la possibilità di realizzarsi come meglio crede.
Ma analizziamo un attimo la cosa: perchè io non farei mai quella cosa lì? perchè lo ritengo sbagliato. lo ritengo sbagliato perciò non lo faccio. Ma perchè lo ritengo sbagliato? Per una serie di motivi precisi che hanno come conclusione qualcosa che in qualche modo va contro i miei principi di giustizia e di bene.

conclusione: se vi lascio fare qualcosa che io ritengo sbagliato è perchè sono affari vostri e io me ne fotto di voi e di quello che pensate.

A volte il menefreghismo può assumere vesti davvero lusinghiere...




permalink | inviato da il 10/5/2005 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

4 maggio 2005

piccolo bambino

Cosa fai piccolo bambino?

Ti sei smarrito piccolo bambino?

Chi è che ti ha abbandonato?

Oppure hai perso di vista tua madre, perso in un gioco della tua fantasia?



La grandezza di un uomo si misura in base a quanto è disposto a sacrificare per seguire la verità.

Quanto è disposto a cercarla senza perdersi nel suo sogno felice e solitario.




permalink | inviato da il 4/5/2005 alle 7:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



DeviantArt
artista preferito
altrogenio
il sito definitivo, si parte da qui
artista preferita
paesaggista


libertà
questa cazzo di verità!
passioni...
you're welcome
respirate con me
ascoltare ojos de cielo
Amicizia
fine di un sogno
inizio di un nuovo sogno
musica e video 1
musica e video 100's life


cuba come non la vedete sui giornali


ALCUNI BLOGS:
ilclown
Akeronte
ally
leo
Yogurtalimone
WATERGATE
scomunicando



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     marzo        giugno