.
Annunci online

centopassi
the house of the rising sun
 
 
 
 
           
       

Un evento imprevisto può cambiare radicalmente la visione del mondo e delle passate esperienze, se in fondo al cuore si è sempre saputo che nulla è affidato al caso.

Dopo non ci rimane che spendere bene il tempo che ci è stato concesso, facendo del proprio meglio ricordando il passato, guardando al futuro ma vivendo nel presente.

Vivere sapendo che l'oscurità deve finire, che sorgerà un nuovo giorno con il sole ancora più luminoso...
Le persone delle grandi storie hanno molte occasioni per tornare indietro, ma non lo fanno mai, perchè loro sono aggrappate a qualcosa.
Noi a cosa siamo aggrappati?
C'è del buono in questo mondo, è giusto combattere per questo, per la bellezza della vita, come fosse l'ultima prima dell'eternità.



Capire che ognuno di noi sarà salvato, capire che ogni istante che viviamo non andrà perduto nel nulla, capire che siamo ombre vaganti in un mondo di sole...

Cerco l'inifinito, desidero l'infinito, pretendo l'infinito, in questa vita o nell'altra.



Sono stanco di vedere un multicolore blog di fantasia.

contattatemi qui:

solo messenger: tyler885@hotmail.com




l'italiano non mi basta.


 Locations of visitors to this page

 
31 gennaio 2006

ucciderò il tempo

perchè sentirti così persa, smarrita? Cosa è accaduto? cosa accade ogni lunedì, martedì, da farti cadere così in basso?

E io cosa devo fare? cosa devo cambiare?




permalink | inviato da il 31/1/2006 alle 20:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

26 gennaio 2006

that's right.

Quando accendo il pc mi trovo davanti al dilemma: lavorare alla canzone che stiamo facendo o aggiornare il blog?

Ho scoperto i meandri del suono vissuto... e non penso ad altro, anche quando sono al lavoro. (tanto per quello che faccio...)

Forse dopo aver passato anni a scrivere ascoltando musica è arrivato il momento di scrivere facendo musica?

o magari tra un mese ci diamo tutti quanti al cricket...

se riusciamo a combinare qualcosa sicuramente vi farò sentire, anche se ormai qui non siamo più in molti...

magari facciamo un sito? bah... boh...

di solito scelgo la canzone comunque, anche se i tempi per i progressi sono luuuunghi luuuunghi....




permalink | inviato da il 26/1/2006 alle 20:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

24 gennaio 2006

ok

Sto bene, davvero, ma ora non ho tempo.

spero non ne abbiate nemmeno voi....

Comunque alla fine è stata una sua decisione. Pazienza.




permalink | inviato da il 24/1/2006 alle 15:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

19 gennaio 2006

perchè siamo noi...

Ho saputo che ti eri trovato bene con noi, ed eri contento di aver parlato con me, grazie per averlo fatto sapere a tua sorella.
In questi giorni ci chiediamo tutti perchè hai scelto di...non c'è un modo facile per dirlo. Toglierti la vita.
Forse può sembrarti presuntuoso, ma qualcosa di quello che provavi l'ho provato anche io. Lo provano tutti un pò, chi più chi meno, ed io l'ho provato per anni.
Riconoscevo nei tuoi occhi la delusione di fronte alle persone che ti circondano. La delusione di fronte al futuro, alla televisione, agli adulti...
Però cazzo...
E questa valle della morte che ti attacca un'etichetta e non riesci più a scrollarti di dosso tutta la merda che ti si incolla vischiosamente...
E nessuno così ti guarda più, ti parla più, ti vede più, così nessuno ti vuole più bene, perchè non vede te ma solo la tua reputazione passata...
Dannata valle. Gente molle, quadrata, chiusa... gente morta.
Però potevi scegliere diversamente... avremmo combattuto insieme lo sai... con la musica... Perchè hai avuto paura?
Non lo vedi che nemmeno io non so far nulla?
Spero di rivederti un giorno. Tu aspettami. Almeno stavolta.




permalink | inviato da il 19/1/2006 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

18 gennaio 2006

io...

 Da un mesetto canto in un gruppo così formato: tastierista, due chitarre (tra cui mio fratello), un bassista e due voci (io e lei). Il precedente batterista non riusciva a venire per troppi impegni così la scorsa domenica è venuto uno nuovo, fratello di un'amica di lei.

Se la cavava bene, era senza dubbio il nostro nuovo batterista, sapevamo che aveva avuto qualche problema di alcool in passato ma poi ne è uscito.

Ho avuto modo di parlare poco con lui, mi ha detto che prima suonava in un gruppo che faceva grunge... e ora era libero.

L'ho invitato a fermarsi con noi a mangiare ma doveva andare via. Mi ha detto che comunque era interessato a suonare, e di portargli un cd con le canzoni che volevamo fare.

Glielo avrei fatto. glielo avrei portato. l'avrei di nuovo invitato a mangiare.  gli avrei chiesto il numero di  telefono.

Ieri mattina si è tolto la vita.




Potevi lasciarmela un'altra possibilità Alessandro... a me potevi lasciarla...

Questa che senti è una delle più belle canzoni che io abbia mai sentito, esprime tutto ciò che c'è da esprimere in un caso come questo. Spero l'apprezzerai, credo tu la possa capire, non tanto per il testo ma per la musica.




permalink | inviato da il 18/1/2006 alle 23:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

16 gennaio 2006

come di un ombra

Ti capita mai di ascoltare il vento?




Venerdì è il giorno in cui in teoria dovrei essere più stanco. Ed invece mi ritrovo con più energia perchè so che dovrò guidare nella notte per cercarla e trovarla e prenderla.

le mie ultime energie le spendo domenica pomeriggio e sera, quando mi ritrovo con il gruppo fresco fresco appena fondato a cantare e fare musica insieme. Anche qui c'è lei... prima o poi sentirete la sua voce, se ci sarete ancora.

Ma questo freddo mi ha veramente rotto le palle. Anche il ghiaccio e la neve non li sopporto più. Ed ho anche il mal di testa.

Ho così tante cose da fare...




permalink | inviato da il 16/1/2006 alle 9:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

13 gennaio 2006

trovami ancora....

Come posso tenerti per mano? tu scivoli via...

Che cosa ti spaventa ora sotto il cielo d'inverno?

Eppure lo sapevi che non bastavano i miei occhi...

Non ci lasciare ti prego.




permalink | inviato da il 13/1/2006 alle 15:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 gennaio 2006


Misterioso è il modo in cui certe persone uguali alle altre vivono diversamente la loro vita.

O forse sono le persone stesse ad essere diverse e vivono una vita normale?

La prima è più probabile, anche se poi dal nostro punto di vista sembra la seconda...

Ma non stateci a pensare troppo.




permalink | inviato da il 12/1/2006 alle 19:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 gennaio 2006

porchetta!

sei davvero diplomatico watergate nel dirmi che l'impaginazione qui è un obrobrioso disastro!

questo pomeriggio mi sono perso dietro alla telecamera di mio zio che non funziona... devo decidermi a fare oggi tutto quello che potrei fare anche domani ma che non faccio mai...


ma non vi ho più aggiornati su nulla... allora è un mese ormai che lavoro in una fabbrica di cateteri per l'ospedale.

è un ottimo posto, non si suda non ci si sporca e soprattutto pagano bene!

siamo io e la pressa soli in una stanza per otto ore di seguito, ho la possibilità di ascoltarmi dei cd musicali ma non mp3... ma di questo vi parlerò in futuro.

quel che volevo dire è che si lavora su turni, per una settimana lavoro dalle sei alle due ininterrottamente, e per un'altra settimana lavoro dalle due alle dieci di sera sempre di seguito.

la settimana più devastante per me è quella in cui mi devo alzare presto, perchè va sempre a finire che vado a letto verso le undici e quindi arrivo a venerdì con una faccia bianca e rugosa...

a presto nuovi aggiornamenti!




permalink | inviato da il 10/1/2006 alle 22:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

8 gennaio 2006


Mi dici dove andremo?

Possibile?

E tu ci sarai?

Qualcuno rimane con me?

Dov'è la mia strada?

Perchè è così ripida... Perchè... Perchè...




permalink | inviato da il 8/1/2006 alle 0:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo



DeviantArt
artista preferito
altrogenio
il sito definitivo, si parte da qui
artista preferita
paesaggista


libertà
questa cazzo di verità!
passioni...
you're welcome
respirate con me
ascoltare ojos de cielo
Amicizia
fine di un sogno
inizio di un nuovo sogno
musica e video 1
musica e video 100's life


cuba come non la vedete sui giornali


ALCUNI BLOGS:
ilclown
Akeronte
ally
leo
Yogurtalimone
WATERGATE
scomunicando



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre   <<  1 | 2  >>   febbraio