Blog: http://centopassi.ilcannocchiale.it

respirate con me...

Apri i tuoi occhi all'immensità della bellezza, i sensi ti sono stati dati per apprezzare più di ciò che ti puoi immaginare, ciò che ti circonda è più grande di te, ma tu lo puoi vedere, lui invece no, e tutto ti circonda in un vortice di colori che possono diventare emozioni grazie ad un cuore grande...


Apri le tue ali all'immensità delle strade possibili... si dice che per chi vola un limite non ci sia, ma per volare non servono ali, perchè ciò che si può fare nel cielo è nulla a confronto di ciò che si può fare vivendo al limite.


Non chiudere la tua porta stasera, non chiudere i tuoi occhi ad un vero sogno, perchè non è illusione il bene che desideri, è una verità. Non serve creare un mondo dove un mondo c'è già, devi solo scoprire il mondo degli altri, e fare scoprire il tuo mondo agli altri, anche se ne sei geloso e hai paura che qualcuno te lo spezzi, non ti preoccupare, si ricostruirà, si ricostruisce sempre, sempre migliore.


Non aspettare che qualcuno venga a cercarti, non aspettare che qualcuno ti stia aspettando, non aspettare che qualcuno ti voglia senza vederti, senza conoscerti, senza viverti... Perchè quando il tempo ha coperto di ghiaccio il cuore di chi non ricorda più il calore di un abbraccio, solo una fiamma di verità può riportare tutto in questo gioco, ripartire da ciò che c'è stato e ciò che hai provato, solo col cuore e non con la mente, ricordi ingrigiti ed ingannevoli...


Quante strade hai percorso? Quante storie hai vissuto, quante persone nel buio di un'auto o nell'angolo di una scuola ti hanno consegnato le loro paure e le loro gioie? seduti in un bar o su un prato, in una tenda vicino a un fiume o in camera tua.. strade incrociate dal destino, e divise dal tempo..


E quando hai ripreso tutto e sei ripartito? Hai ripreso i tuoi sogni frettolosamente per proteggerli dal mondo e hai cambiato paese, hai cambiato viso, hai cambiato vestiti, hai cambiato musica... ma i tuoi occhi allo specchio ti guardano e ti riconoscono ancora, lo stesso sguardo, le stesse domande, alcune risposte, altre delusioni... Sei ancora tu, sei sempre tu, e non serve chiuderli quegli occhi, non serve nasconderle quelle mani, perchè anche tra mille errori, comunque sia finita, comunque continuerà, puoi stare certo che andrà bene, va sempre bene, e quegli occhi non ti lasceranno mai.


 


Mi dite come faccio a trasmettere la voglia di correre contemporaneamente alla voglia di vivere che mi sento scoppiare nel cuore? Vedo le immagini scorrere nella mia mente ascoltando questa nuova canzone, passatami da una persona che ho incontrato oggi, una persona speciale, che ringrazio regalandole questa foto...



 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 Spero che per questa sera i tuoi occhi siano con i miei tra migliaia di attimi che scorrono veloci, immensi nei ricordi di un giovane cuore insieme al calore di un abbraccio vivo e... al suono di una sottile brezza che ti accarezzi i capelli con la delicatezza di un banalissimo petalo freddo.



 


 


...Il vostro affezionatissimo non può smettere di scrivere... anche se il tempo per venire a trovarvi non c'è, scrivere ciò che le mie mani leggono dal cuore è qualcosa che mi rende vivo, che mi fa volare, che mi fa sentire vero... su fogli vaganti, negli angoli di un libro, su un diario, su un freddo cellulare o davanti a uno schermo non smetterò mai di avere un blog, ovunque esso sia, è l'esprimersi di una vita, la mia.

Pubblicato il 24/1/2005 alle 22.18 nella rubrica sulle cose.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web