Blog: http://centopassi.ilcannocchiale.it

dimmi che è vero.

Credo che uno scrittore si debba in qualche modo connettere con gli occhi del lettore... Lui comincia a scrivere, ma...

Secondo me prendere l'ispirazione è... come passare a setaccio un quartiere di case, molte case, tutte già viste, tutte insignificanti, tutte normali...
poi d'un tratto la vedi, vedi la casa giusta, quella che stavi cercando, quella che ti dice qualcosa in più, di diverso...
Ma la vedi solo dall'esterno, tu stesso non sai cosa c'è all'interno, è solo quando apri la porta di entrata che tutto all'interno si materializza...
L'idea prende corpo, da dentro di te, è incredibile! E cominci a scrivere...
Tutto ciò che scrivi sta dentro di te, ma tu stesso lo devi scoprire , anzi, lo devi costruire esplorandolo! infine descriverlo.
E ciò che sta all'interno della casa corrisponde all'esterno, voglio dire: si intona, si addice.
Ma mentre io stesso esploro la casa che sto costruendo so che qualcuno mi sta seguendo da dietro, e guarderà la casa, guarderà gli stessi dettagli su cui mi sono soffermato, le stesse stanze... E spetta a me fargli gradire la casa, come l'ho concepita/scoperta, perchè valuterà il tutto, con occhio più o meno critico.

No?

Notte va...

Pubblicato il 9/3/2005 alle 1.5 nella rubrica sulle cose.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web